Atto penitenziale e Kyrie

«51. Quindi il sacerdote invita all’atto penitenziale, che, dopo una breve pausa di silenzio, viene compiuto da tutta la comunità mediante una formula di confessione generale, e si conclude con l’assoluzione del sacerdote, che tuttavia non ha lo stesso valore del sacramento della Penitenza» [...].

«52. Dopo l’atto penitenziale ha sempre luogo il Kyrie eleison, a meno che non sia già stato detto durante l’atto penitenziale» [...]. (Ordinamento generale del Messale Romano)

Il percorso formativo ideato dal Coro dell'Arcidiocesi Salerno Campagna Acerno prosegue, nel mese di ottobre, con l'analisi dell'Atto penitenziale e del Kyrie. 

Il Messale romano sottolinea la necessità di coinvolgere pienamente l’assemblea dei fedeli nell’acclamazione del canto penitenziale. Il sussidio si articola in 4 sottosezioni: il riferimento dell'Ordinamento generale del Messale Romano, le caratteristiche dell'Atto penitenziale e del Kyrie, le forme dell'Atto penitenziale e del Kyrie, i Consigli Liturgici.

Atto penitenziale e Kyrie

 Stampa  Email

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta